Title
Store
S U P E R M A R K E T
Vai ai contenuti


mimmochianura.it
Cos’è un blog? Uno stato comune non è, non potrebbe essere. Il lettore, almeno nella circostanza, non interagisce. Incide solo la lettura, la riflessione. Per esclusione, potremmo definirla una posizione unipersonale tacciata di ego eccessivo (egotismo), una volontà tra gli esclusi per visibilità? Il mio blog, è un archivio. Un archivio pubblico, una comunicazione. L’introversione dialettica, ampia nei rapporti sociali, declamata in diorama variabile.
Il nodo gordiano (prima parte)

L'economia autoctona somiglia alla prospettica visione del Giano Bifronte passato/futuro, l'avvenuto tra Unità d'Italia e Secondo conflitto mondiale. Un ponte sorretto tra le manchevolezze dei Savoia, al diciannovismo di mussoliniana memoria e l'ERP (European Recovery Program) noto come Piano Marshall. 1,5 miliardi di dollari stanziati dal governo statunitense per l’Italia e destinati alla ricostruzione di linee ferroviarie, strade, ponti, acquedotti, fognature, case, industrie ed aziende agricole.

Il neorealismo, traccia più netta di devastazione e miserrima esistenza, manifesto espresso da Visconti, De Sica e Rossellini, la visione cruda, netta del buio italiano. “Ladri di biciclette” cornice, nel modesto mezzo di locomozione, di tristezza, dell'utopia del riscatto.
La dignità racchiusa nel sorriso di un misero, nel dono che promana dallo sguardo mentre stringe la mano.  Nell'innocenza di un bambino, la curiosità della sete del sapere nell'apparente banalità di una domanda.  Nelle maniere mezzane, l'arroganza è il baluardo dove  nascondere le debolezze. Il voltare lo sguardo conseguente alla stregua del "non mi riguarda!".  

Il tempo dell'Italia migliore, operosa e vogliosa. È la rinascita della percettibile coesione di una nazione, l'intrapresa di lavorìo comune. Fuori  dalla guerra, lo stato repubblicano spiega le vele al vento con il divenire degli anni '60. Il boom economico, la FIAT 600 acquistabile con cinque stipendi, il mese di ferie e l'Autostrada del Sole, l'iconico desiderio di cancellare una pagina concentrato di umiliazioni e razzismo: le valigie di cartone stracolme e rinforzate da spago nella filmografia del “sogno americano”.

L'Italia post unitaria cadde nei gangli della “Grande Depressione” del 1873, il debito pubblico crebbe al 117% apice del 1897. Peggioramento incisivo dal 1885 per le spese militari connesse all'espansione coloniale. Dal Veneto alla Sicilia centinaia di migliaia di persone partivano alla ricerca di dignitoso futuro. Nel 1926, causa cancellazione del debito estero, il rapporto debito/pil scende sotto la soglia del 51%, livello minimo dall'unificazione. Nel biennio 1963/64, rapporto 32,5/32,9% marcato benessere diffuso.
(continua)

(01/01/2019)
Post 2012 - 2013
Post 2014 - 2015
Post 2016 - 2018
AUTRICI ITALIANE OTTOCENTO E NOVECENTO
POESIE DI AUTORI ITALIANI
POESIE DI AUTORI INTERNAZIONALI
CAPOLAVORI DELLA LETTERATURA
PAROLE ABRASE E CONSUNTE
AFORISMI
(IN)VISIBILI
CURIOSITA' RICERCATE
BRANO MARINATO
MUSICA RAMMENTATA
Torna ai contenuti